ita I eng
   
 
Il Glossario

Sono migliaia le parole dialettali calabresi che si riferiscono alla cucina e all'alimentazione regionale. Ben volentieri attendiamo segnalazioni esterne che migliorino questo progetto.
Grazia Furferi


Angria (polenta)
Andugghia (salame fatto con le interiora del maiale)

Basilicò
Battituri
Bergamottu
Biscottu
Bovalaci
Brocca (arnese per raccogliere fichi d'india)
Broccia (forchetta)
Broccula (broccoli)
Buccularu (guanciale)
Bucconotti (ravioli dolci o salati)
Buatta (barattolo )
Buffetta (tavolo da pranzo)
Buffé (credenza)
Caccamu (paiolo per la ricotta)
Calia (ceci tostati)
Caliaturi (attrezzo bucato per tostare legumi o granaglie)
Camula (pidocchio dei legumi)
Cannarozza (da cannarozzu esofago per la pasta ditaloni)
Cannarozzegha (pasta ditalini)
Cannata (brocca, usata come misura per vino o olio)
Cannici ( fili di saggina per filare maccheroni)                                                                                                             Cannizza (stuoia di canne intrecciate per seccare alimenti al sole)
Capicollo (salame ottenuto dalla carne del collo del maiale)
Cardara (recipiente di rame grande da usare sulla brace)
Cardaregghu (recipiente di rame di piccole dimensioni)
Carduna (cardi selvatici)
Caratompulu ( un particolare tipo di tartufo della zona grecanica)
Casciuni ( grande cassapanca)
Casu(formaggio)                                                                                                                                                                     Cassategghi (piccole cassate)
Caulu (cavolo)
Caulihiuri (cavolfiore)
Cerase (ciliegie)
Cervegha ( capra giovane)
Chichirdi (castagne arrostite)
Ciauli (pesce
Ciaura (giovane capra)
Ciabotta
Ciciri
Cicerca
Cipuggha
Citu
Cozzu
Crivu
Crivellu
Cuntrabuffé
Cuccìa
Cucchiara
Cucuzza

Cucuzzegha
Cucuzzeghi servaggi
cucchiara
cucchiarata
Cugghura
Cugghureggha
Cumboghiu
Curcuci
Curcudia
Cutegghu
Cuscusseghu
Crivu
Crivellu

Fardeggha
Fardali
Fasola
Fasolegha
Filejia
Ficandiani
Finocchiu i timpa
Frascatuliari
Frittuli

Gagghina
Gagghuzzu
Gazzana(stipo)
Gazzanegha (stipo scavato nel muro)
Giurgiulena (semi di sesamo)
Gugghi (castagne bollite)
Granatu
Gurmu

Jialuni(dolci tipo ravioli che rimandano alla tartaruga)
Jielu(ghiaccio)
Jielatina
-Hjieri (strofinaccio)
Hjiatu(alito- odore)
Hjiaturi(profumo)
Hjippuni
Hjiumarina (Elicriso) o Muscapotamo
Jermanu (segale)

Lambasciuni
Lagana
Lici
Livi
Livara-Lavatu(lievito)
Lavaturi(vasca o acquaio)

Maigghia
Mutulu(pesce sgombro)
Maccarruni
Maccu
Mappina
Marasi (finocchio selvatico)
Marasà (posto dove nascono i finocchi selvatici- piana del finocchio =Maratona)
Marrazzu
Meli
Mendula
Micciunati
Mulingiani
Mursegghu
Muzzicata
Mmorsu
Muscapotamu (erba odorosa che cresce vicino ai fiumi)
Mustica (biancomangiare) - Miscitari
Nacatuli
Nafria
Nannata
Ncartati
'Nduja
Ngiloppati
Nniti
Nuci
Nucigghi
'Mbriachegghi (corbezzoli)

Ogghiu
ogghiastru(ulivo selvatico)

Panzisca
Pusvia
Padegha
Pipi
Pipi i grasta
Pipicegghi
Pirotta
Pitta
Pittegha
Portugallo
Praha(coperchio del forno a legna)
Precadilli
Pruppetti
Provula
Puma-Petrusinu

Rasola ( arnese a spatola per raschiare la madia)
Raja (pesce razza)
Riganu
Riganeghu
Rizza ( rete)
Rizzi i mari

Saiettugghi
Saliprisa (carne salata nel vasetto)
Sciribetta
Sculimbra(cardi di campo)
Sponzìari
Scorza
Scorza i maiali
Sciugna
Suffrittu
Sugna
Salatu
Salatur
Sangunazzu
Sarmura
Sarmurigghiu
Saricu
Sarzizzi
Sarsa
Secrie (bietole)
Surici (pesci pettine)
Stomatico
Sciancatu
Saitta(grembiule o tovagliolo)
Spasa-Sprolunga (vassoio)
Sciugna ( arnese composto da un lungo bastone alla cui cima sono legati strisce di stracci che serve per ripulire il forno a legna)

Taralli
Taghiarini
Tiana
Tiraturi
Tirabusciò
Tirettu
Tripodi (arnese a tre piedi da mettere sulla brace per appoggiare le caldaie)

Vaiana
Vaianegghi
Vinucottu
Vertula

Zippuli
Ziti
Zuzzuli (giuggiole)
Zipari ( papiri selvatici)

 
   
credit admin © copyright
 
Sponsor
Gruppo Palazzo Spinelli Flores, UniversitÓ del Restauro Istituti Cavour Pacinotti Istituti Paritari Cavour Pacinotti, Firenze